PREMI UCIMU 2017: TECNOLOGIE ADDITIVE IN POLE POSITION

L’impegno di  UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE per favorire la cooperazione tra università e aziende ha il suo caposaldo storico nei PREMI UCIMU, giunti alla loro quarantunesima edizione e banditi con l’obiettivo di promuovere la competitività dell’industria italiana, mediante l’evoluzione  di prodotti, tecnologie di lavorazione e fattori abilitanti, collegati al settore della macchina utensile.

Sono due le tesi di laurea magistrale che, tra le 6 vincitrici dell’edizione 2017 dei PREMI UCIMU, hanno avuto come oggetto le tecnologie additive:

  • Giulia Repossini, Politecnico di Milano, facoltà di Ingegneria industriale e dell’informazione, relatore prof. Bianca Maria Colosimo, vince con la tesi “In situ sensing for zero defect additive manufacturing: a study on spatters in SLM” (Categoria: Macchine Utensili e Sistemi Produttivi: Concezione, Ingegnerizzazione, Integrazione, Tecnologie e Applicazioni nel Manifatturiero Meccanico). Il lavoro analizza l’utilizzo delle scintille emesse durante i processi di fusione a letto di polveri, quali firma per il monitoraggio on-line del processo. Questo al fine di giungere ad uno  strumento per ottenere una produzione zero-difetti, necessaria a garantire la sostenibilità di questa tecnologia.
  • Simona Cavalli, Politecnico di Milano, facoltà di Ingegneria industriale e dell’informazione, relatore professoressa Bianca Maria Colosimo, premiata per la tesi “Impact of defects on additive manufacturing production: causes, models and applications”. (Categoria: Economia, Gestione, Organizzazione e Comunicazione nel settore della Macchina Utensile e dei Sistemi del Manifatturiero Meccanico). Il lavoro intende  ampliare la letteratura esistente, presentando un modello di costo per Metal AM, e mira a calcolare il costo di una parte, dalla generazione del file CAD alla fine del suo ciclo produttivo. Gli aspetti innovativi del modello sono costituiti da: i) considerazione dell’impatto dei difetti sul calcolo dei costi, e ii) valutazione dei benefici derivanti dall’applicazione di sistemi di monitoraggio.

Chi fosse interessato ad approfondire gli argomenti trattati nelle tesi, può contattare l’Associazione.

Il presente sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Per saperne di più clicca qui
Autorizzo
x