“Nuovo Intervento Macchinari Innovativi”

Con il  Decreto Direttoriale del 16 novembre (in allegato) il Mise ha provveduto a stabilire i termini e le modalità di presentazione delle istanze per il “Nuovo Intervento Macchinari Innovativi”

La Misura, ricordiamo, ha l’obiettivo di sostenere la realizzazione nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), di programmi di investimento diretti a consentire la transizione del settore manifatturiero verso la cosiddetta “Fabbrica intelligente”.

In particolare l’agevolazione sostiene gli investimenti innovativi che consentono l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, innalzando il livello di efficienza e di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica, favorendo l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

Il bando è rivolto alle Micro, Piccole e Medie imprese (PMI) ed ha una dotazione complessiva pari a euro 341.494.000,00,

Le agevolazioni sono concesse, nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. ed è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue:

  • per le imprese di Micro e Piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35 % e un finanziamento agevolato pari al 40 %;
  • per le imprese di Media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25 % e un finanziamento agevolato pari al 50 %.

Riportiamo qui in breve le caratteristiche principali del Decreto Direttoriale che stabilisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione:

  • Le domande di accesso alle agevolazioni, concesse mediante procedura valutativa a sportello di cui all’art. 5 d.lgs. n. 123/98, potranno essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica, accendendo nell’apposita sezione “Accoglienza Istanze” e cliccando sulla misura “Macchinari Innovativi”;
  • Per accedere alla procedura informatica bisogna essere in possesso di una casella PEC attiva (nel caso di PMI la PEC utilizzata deve risultare la medesima comunicata al Registro delle imprese) e della Carta nazionale dei servizi, oltre che del PIN rilasciato con la stessa Carta.

L’iter di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni è articolato nelle seguenti fasi:

A) verifica del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 9 gennaio 2019.

B) compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2019.

C) invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 29 gennaio 2019

  • Le domande di agevolazione pervenute sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione. Le istanze presentate nello stesso giorno sono, a tal fine, considerate come pervenute nello stesso momento, indipendentemente dall’ora e dal minuto di presentazione.
  • I soggetti proponenti possono presentare, a valere su ciascuna delle due dotazioni finanziarie previste dal Decreto ministeriale 9 marzo 2018 (risorse POC/PON FESR Asse III ovvero, in alternativa, risorse PON FESR Asse IV), un’unica domanda di agevolazione.
  • Con riferimento a ciascuna delle predette dotazioni finanziarie, qualora le risorse residue disponibili non consentano l’accoglimento integrale delle domande presentate nello stesso giorno, le domande stesse sono ammesse all’istruttoria in base alla posizione assunta nell’ambito di una specifica graduatoria di merito fino a esaurimento di ciascuna delle predette dotazioni finanziarie.
  • I soggetti proponenti non residenti nel territorio italiano e i soggetti proponenti amministrati da una o più persone giuridiche o enti diversi dalle persone fisiche, ai fini dell’accesso alla procedura informatica, possono inviare una richiesta di accreditamento a partire dalle ore 10.00 del 9 gennaio 2019, inviando una PEC all’indirizzo macchinarinnovativi@pec.mise.gov.it , corredata dei documenti e degli elementi utili a permettere l’identificazione del soggetto proponente, del suo legale rappresentante e dell’eventuale delegato alla presentazione della domanda di agevolazioni.

Qui i collegamenti dove poter scaricare gli allegati al Decreto Direttoriale:

Allegato 1 –  Modulo di domanda
Allegato 2  – Piano di investimento
Allegato 3 –  Relazione tecnica
Allegato 4 –  Dichiarazione dati contabili
Allegato 5 –  Criteri di valutazione
Allegato 6  – Calcolo ESL
Allegato 7 –  Costi ammissibili
Allegato 8 –  Oneri informativi

Alleghiamo inoltre, per comodità, gli indirizzi email del MISE attivati per l’assistenza sulla misura:
macchinari.istanzedgiai@mise.gov.it  esclusivamente per problemi tecnici relativi alla compilazione delle istanze;
info.macchinari@mise.gov.it  per segnalazioni di natura normativo-procedurale relativamente all’interpretazione delle disposizioni attuative della misura agevolativa.

 

 

Il presente sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Per saperne di più clicca qui
Autorizzo
x